.

SUCCO AL KIWI BIO 200 ml

2,90 €
Tasse incluse
Quantità
Il succo di frutta naturale kiwi BIO, è un prodotto artigianale contenete solo frutta 100% Biologica Selezionata da agricoltura Italiana. Una bevanda sana e nutriente preparata senza l’aggiunta di conservanti, dolcificanti o aromi artificiali. Per accentuare il gusto dolce viene aggiunta una spolverata di zucchero di canna Biologico che va ad aumentare la concentrazione di zuccheri semplici della bevanda, mantenendo sempre un indice calorico molto basso, ma aumentando l’apporto energetico. Ciò la rende una bevanda perfetta chi pratica sport, alla fine di un allenamento; ma anche per darsi carica all’inizio della giornata. Si presenta di colore verde brillante e deciso, con un gusto intenso e dolcemente pungente: il Succo al Kiwi Oltresole è unico, non conosce paragoni.

SPEDIZIONI VELOCI
Gratuite con solo 69€ di spesa.

PAGAMENTI
Sicuri tramite carte di credito e Paypal.

CUSTOMER CARE
Servizio clienti al +393891810690 prima, durante e dopo l'ordine.
BBSUKIGU200
162 Articoli

Valori nutrizionali su 100g

Valore energetico
243 kJ - 58 Kcal
Carboidrati
12 g
di cui zuccheri
12 g
Grassi
<0,5 g
di cui saturi
<0,1 g
Proteine
0,70 g
Fibre
1,30 g
Sale
0,01 g
ean13
8388766120210
Aggiungi zenzero e limone per un frullato di Kiwi Oltresole dissetante e fresco o sperimenta nuovi golosi abbinamenti per invitanti e morbide mousse. Se invece cerchi un buon cocktail da aperitivo prova la tua rivisitazione di Caipikiwi.
Il kiwi è povero di sodio ma ricco di potassio ed a bassissimo contenuto calorico. Contiene vitamina C e vitamina E, utile per proteggere il nostro organismo dall’invecchiamento dei tessuti. E’ un potente antiossidante, ricco di sali minerali come fosforo, calcio, ferro, sodio e fibre vegetali per il buon funzionamento dell’organismo. Il potassio contenuto in questo frutto aiuta coloro che soffrono di pressione alta ed è benefico nel proteggere l’organismo da malattie grazie all’elevato contenuto di vitamine e minerali.
L’Italia è il secondo produttore mondiale di kiwi dopo la Cina, il paese d’origine di questo frutto. Però sono stati i neozelandesi a portare il kiwi in tutto il mondo, quando nel 1904 Isabel Fraser, tornò dalla Cina in Nuova Zelanda con una manciata di semi di Actinidia. Dai semi iniziò la coltivazione intensiva, grazie alla creazione della varietà Hayward, oggi diffusa in tutto il mondo. Negli anni ‘50 da “uva spina cinese”, com’era noto sino ad allora, il frutto venne ribattezzato in kiwi, in onore dell'uccello simbolo della Nuova Zelanda. Arrivò in Italia negli anni ’70 diventando una delle produzioni più importanti in regioni come il Piemonte, l’Emilia Romagna ed il Veneto. Quello di Latina è uno dei due kiwi europei tutelati dalla IGP, l’altro è il francese kiwi de l'Adour IGP. Esistono varietà di colore diverso: dalla polpa gialla come il Jingold, a quelli bicolori, con striature verdi e rosse, oppure gialle e rosse. Inoltre esiste anche il Nergi, il “kiwi in miniatura”, coltivato anche in Italia, che si mangia in un solo boccone.

Prodotti

Correlati