+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 49 euro di spesa.
Sapore armonico e delicato per il Parmigiano Reggiano DOP BIO 18 mesi di Oltresole. Tutta la dolcezza del latte unito agli aromi vegetali di erbetta di montagna, fiori di campo e frutta per sfiziosi aperitivi, tagliato a cubetti o a scaglie. La scelta perfetta se accompagnato con un buon bicchiere di vino bianco secco e mele e pere verdi.
6,99 €
Valori nutrizionali su 100g
Valore energetico: 402 kcal – 1671 kJ
Grassi: 30 g di cui saturi 20 g
Proteine: 32,00 g
Sale: 1,60 g

Da solo è perfetto per uno snack fuori orario o per un aperitivo goloso accompagnato a pane casereccio, marmellata, frutta fresca e un buon bicchiere di vino bianco.Grattugiato o a scaglie insaporisce primi piatti, risotti, zuppe, contorni verdure fresche e insalate. Infine può abbinarsi alla perfezione con altri ingredienti per la preparazione di torte salate o ripieni per lasagne e pasta.

E’ un formaggio a pasta dura e quindi costituito per il 70% da sostanza secca. Questo significa che dei 16 litri di latte necessari a produrre un chilo di formaggio, la maggior parte verrà persa durante la lavorazione, dando luogo a un prodotto molto concentrato e ricco di nutrienti, quali proteine, vitamine del gruppo A e B e sali minerali, in particolar modo calcio, fosforo e potassio. Durante la stagionatura, poi si andranno a formare le fibre probiotiche non presenti nel latte di partenza e utili per la microflora batterica. Un consumo regolare di parmigiano è consigliato a tutti gli sportivi, che hanno un alto dispendio di energia. Essendo una fonte di calcio, molto utile per le ossa, l'uso quotidiano è consigliato ai bambini in età prescolare ma anche agli audulti e agli anziani per prevenire l'osteoporosi.

Quella di condire la pasta con il Parmigiano Reggiano è tradizione antica, testimoniata già nel 1500 da Frate Salimbene ne “Le Cronache”. Molière prima di morire volle una scaglia di Parmigiano Reggiano, formaggio protagonista, in tarda età, della dieta del commediografo come riferiscono molti biografi. Alessandro Dumas era un gran buongustaio e cucinava egli stesso per gli ospiti maccheroni al sugo cosparsi di Parmigiano Reggiano e oltre le sue grandi opere scrisse anche un dizionario gastronomico dove parla proprio di questo formaggio. Napoleone apprezzava così tanto questo formaggio che si faceva preparare dal suo cuoco un'insalata di fagiolini verdi e Parmigiano Reggiano che lo deliziava. Egli fu sposo di Maria Luigia, duchessa di Parma, che per prima lo iniziò alle gioie di questo prezioso ingrediente. La stagionatura 12 mesi è la minima richiesta dal Consorzio del Parmigiano Reggiano per potere ottenere la denominazione D.O.P.

Loading...