+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 49 euro di spesa.
Il Savour Oltresole è una conserva in barattolo tipica della cultura gastronomica romagnola. È in particolare una marmellata di mosto d'uva (Saba) con aggiunta di diversa frutta, detta “dimenticata” (frutti autunnali e frutta secca). Il mosto di vino cotto è ottenuto grazie ad una lenta e paziente cottura del mosto d’uva nera con l’aggiunta dei buoni frutti dell’autunno per regalare dolcezza come mele, pere, fichi e mele cotogne e noci e mandorle per un pizzico di aromatica croccantezza. Con una consistenza densa e un colore bruno il Savour è perfetto se consumato a colazione, a merenda o come accompagnamento di formaggi freschi.
6,99 €
Valori nutrizionali su 100g
Valore energetico: 222,17 kcal – 932,52 Kj
Carboidrati: 58,26 g di cui zuccheri 58,26 g
Grassi: 0,02 g
Proteine: 1,06 g
Sale: 0,02 g

E’ perfetto semplicemente con pane fresco o piadina romagnola ma accompagna con gusto formaggi freschi come la Ricotta, lo Squacquerone e il Formaggio di Fossa e anche arrosti, bolliti e polenta. Per i dolci insaporisce ciambelle, tortelli o il tradizionale Pane di Natale. Non può infine mancare un calice di Sangiovese, di Albana Passita o di Spumante.

La combinazione di frutti come mele, melecotogne, fichi e frutta secca creano un equilibrio perfetto tra vitamine e fibre. Ricco di zuccheri naturali derivanti dalla tanta frutta contenuta all’interno, il Savour è anche un ottimo energizzante se consumato a colazione in vista della lunga giornata.

Il Savour, in dialetto "savôr", è una marmellata di antica tradizione diffusa soprattutto in Romagna. Si ottiene dopo una lunga bollitura, facendo cuocere lentamente mosto d’uva nera insieme ai frutti autunnali, “frutti dimenticati”, frutta secca con noci, nocciole, pinoli e mandorle a volontà, polpa di zucca, scorza di arancia e limone. La preparazione va lasciata bollire per cinque, sei ore, rimescolando con attenzione, per evitare che si attacchi sul fondo e che tutti gli ingredienti siano intatti. A fine cottura bisogna lasciarla riposare per una notte intera prima di poterlo riporre in vasi di vetro e poi successivamente necessita un altro mese di “attesa” prima di poter essere gustato. Nelle case contadine il Savour veniva conservato in piccole damigiane e veniva utilizzato come energetico companatico da consumare durante l'inverno, quando erano necessarie energie per lavorare nei campi. Questa dolce marmellata è tipica della frazione di Montegelli (FC), “il borgo degli antichi sapori”, ma esistono personali varianti della stessa ricetta.

Iscriviti subito alla nostra newsletter per ricevere uno sconto del 20% sul tuo primo acquisto!