+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 49 euro di spesa.
Colore rosso bruno per ricordare la terra calda delle loro origini, le “egiziane”: così vengono anche chiamate le Lenticchie Rosse BIO Oltresole, più delicate e tenere di quelle tradizionali per l’assenza della buccia. Un prodotto artigianale perfetto per dolci vellutate o per un sapore più corposo, gustate con pomodoro fresco e alloro.
4,40 €
Valori nutrizionali su 100g
Valore energetico: 1336 Kj – 316 Kcal
Carboidrati: 46,3 g di cui zuccheri 1,43 g
Grassi: 46,3 g di cui saturi 0,6 g
Proteine: 23,80 g
Sale: 0,05 g

Le Lenticchie Rosse BIO Oltresole sono perfette per primi piatti leggeri e speziati, ricchi di verdure di stagione. Possono accompagnare anche riso e cereali per fresche insalate oppure utilizzate per sfiziosi burger, frittelle e polpettine vegetariane.

Le lenticchie rosse rispetto agli altri legumi sono più facili da digerire e l’intestino non accusa quei disturbi che molto spesso possono dare gli altri legumi come fermentazione, gonfiore o dolori, in particolare quelle decorticate e quindi private della cuticola esterna. Le lenticchie rosse contengono una buona dose di proteine, sono povere di grassi e aiutano a tenere a bada i picchi glicemici e grazie all’abbondanza di ferro sono conigliate per le persone anemiche. Inoltre per la presenza di fibre, tendono a regolarizzare le funzioni intestinali.

Le lenticchie vengono comunemente consumate nella notte di San Silvestro come buon auspicio di ricchezza e fortuna. Questa credenza trova le sue origini in epoca romana quando, all’inizio del nuovo anno, era consuetudine regalare la “scarsella” ovvero una borsa di cuoio da legare alla cintura e che conteneva lenticchie. A quei tempi le lenticchie erano considerate una vera ricchezza per chi non aveva soldi sufficienti per comprare la carne e la scarsella poteva assicurare una riserva di cibo importante e prezioso durante il freddo inverno. Inoltre, per la loro somiglianza alle monete, regalare lenticchie simboleggiava l’augurio di un nuovo anno ricco di monete sonanti, di prosperità e di salute. Infine questo legume viene citato anche nella Genesi dove Esaù, in cambio di un piatto di lenticchie, avrebbe rinunciato alla figlia primogenita.

Iscriviti subito alla nostra newsletter per ricevere uno sconto del 20% sul tuo primo acquisto!