+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 49 euro di spesa.

“Il Cammino” nasce a Forlì nel 1987 con l’avvio dei primi progetti di cooperazione solidale e grazie all’impegno della sezione ANFASS di Forlì, un gruppo di famiglie con figli disabili, impegnate a promulgare e sviluppare nel territorio migliori opportunità di inserimento e partecipazione.
Partecipazione, integrazione e dialogo sono gli obiettivi che guidano le attività della cooperativa che è composta da operatori, educatori, famiglie e volontari.
Grazie alle convenzioni con Enti Pubblici, ogni progetto è attento alle esigenze di persone con disabilità medio-grave di diversa natura e viene elaborato in relazione a specifici bisogni, sia nel caso si tratti di un’accoglienza diurna che di una di tipo residenziale.
Nelle strutture sono presenti figure preparate e competenti, professionalità in ambito pedagogico, psicologico e relazionale: la cooperativa Il Cammino è inoltre garantita dalla certificazione del Sistema di Qualità dal 2000.
Tutte le attività proposte riflettono l’interesse per il miglioramento delle qualità di vita delle persone ospitate attraverso la creazione di occasioni di socializzazione e contesti di partecipazione e valorizzazione di capacità e attitudini.

Il Cammino, insieme ad altre due cooperative sociali, ha dato vita a L’Altro Giardino, un progetto sviluppato in tre fasi per la produzione di erbe officinali e frutti dimenticati presso la struttura di San Leonardo, frazione della provincia di Forlì-Cesena.
La lavorazione in campo segue i criteri di agricoltura biologica con la coltivazione di più di quindici varietà tra erbe officinali e frutti della tradizione mentre in un secondo momento avviene la prima trasformazione in laboratorio per la defogliazione delle erbe e il confezionamento dei prodotti secchi, infine la commercializzazione.
L’Altro Giardino rappresenta la perfetta unione tra i valori dell’agricoltura biologica e l’impegno nel sociale: è infatti a tutti gli effetti una “palestra” socio-occupazionale per lo sviluppo delle competenze di persone con disabilità per un futuro inserimento lavorativo. La commercializzazione di tali prodotti incrementa la possibilità di nuovi investimenti per migliorare il progetto in tutte le sue fasi e gratifica i protagonisti/lavoratori impegnati in queste attività.

Loading...