CECHFALP350
Il farro è un cereale appartenente alla famiglia delle graminacee, povero di grassi e altamente proteico, ideale per chi segue diete ipocaloriche o vuole la giusta dose di energia, prima dell'attività sportiva. I chicchi di farro perlato Oltresole sono prodotti in Italia, da coltivazione biologica. Il farro perlato si differenzia da quello grezzo per l’assenza della pellicola esterna e per una modalità di cottura più semplice e veloce, ma è comunque ricco di fibre, sali minerali e vitamine. Non serve ammollo: basterà sciacquarlo sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali residui e cuocerlo in acqua (proporzione: una parte di cereale, due parti di acqua) per circa 30-40 minuti. Terminata la cottura, si consiglia di attendere dieci minuti prima di condirlo, in modo che assorba bene l’acqua. Può essere anche cucinato al vapore o tostato. Il farro perlato Oltresole è un cereale molto versatile, che può essere utilizzato come ingrediente principale nelle insalate, nei contorni o per preparare gustosi piatti a base di pesce o verdure.

Ultima recensione

Prodotto consigliato e coerente sia nel prezzo che nel gusto.
Sono un amante del farro e questo è davvero di ottima qualità
Leggi tutte le recensioni su feedaty
Valori nutrizionali su 100g
Valore energetico: 1434 KJ / 339 Kcal
Carboidrati: 65.5 g di cui zuccheri 0,90 g
Grassi: 1.4 g di cui saturi 0.2 g
Proteine: 11,90 g
Fribre: 8,30 g
Sale: 0,05 g

Il farro si abbina con tutto: sia per piatti freddi sia caldi. Provalo con pomodorini e pesto per un’insalata estiva; oppure in combinazione con yogurt e semi di papavero e girasole, è l'ideale per dar vita a uno spuntino leggero e gustoso, in grado di ridurre la sensazione di fame con poche calorie, ma con una concentrazione altissima di nutrienti!

Una delle peculiarità del farro è l’alto contenuto di fibre che, pur essendo in buona parte non digeribili, esercitano un effetto benefico sulla funzione e sulla vitalità dell’intestino. Ciò rende il farro un cereale facilmente digeribile, indicato soprattutto per chi soffre di stitichezza. Inoltre, il farro è molto ricco di potassio, elemento importante per una buona funzionalità degli apparati cardiovascolare e muscolare.

Il farro è la più antica tipologia di frumento coltivato. Il farro monococco (o farro piccolo) era infatti presente nell’alimentazione dell’uomo già nel Neolitico. È citato perfino nella Bibbia, secondo la quale era così resistente che neanche la piaga della grandine inviata da Dio per punire gli Egizi riuscì a distruggere un raccolto di farro. Nell’antica Roma veniva utilizzato come paga per i soldati ed era indispensabile anche durante i matrimoni sacri. Il rito si chiamava confarreatio e prevedeva che gli sposi consacrassero a Giove una focaccia di farro per assicurarsi così un’unione felice.

Il farro perlato si differenzia da quello grezzo per l’assenza della pellicola esterna e per una modalità di cottura più semplice e veloce. Non serve ammollo: basterà sciacquarlo sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali residui e cuocerlo in acqua (proporzione: una parte di cereale, due parti di acqua) per circa 30-40 minuti. Terminata la cottura, si consiglia di attendere dieci minuti prima di condirlo, in modo che assorba bene l’acqua. Può essere anche cucinato al vapore o tostato.