+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Chicchi di salute color giallo paglierino: tutta la natura ed il sapore dei prodotti biologici italiani nei Chicchi di Orzo BIO Oltresole. La giusta alternativa al più comune riso, per chi ama stare in forma e ricerca leggerezza senza rinunciare al gusto per i suoi piatti.
2,40 €
Valori nutrizionali su 100g
Valore energetico: 354 Kcal
Carboidrati: 73,48 g
Grassi: 2,3 g di cui saturi 0,0 g
Proteine: 12,48 g

Golose e fresche insalate con frutta di stagione e formaggi o primi piatti con verdure e frutta secca. Inoltre possono essere ingrediente base per vegetariane polpettine speziate.

Per la presenza di fibre, l'orzo si rivela un ottimo regolatore della funzionalità intestinale, particolarmente indicato in caso di stipsi e di intestino pigro. In caso di infiammazioni dell'apparato gastro-intestinale ed urinario, l'orzo agisce come antinfiammatorio ed emolliente, in grado di alleviare il fastidio gastrico e rilassare le pareti intestinali. L'estratto d'orzo viene sfruttato anche per preparare caramelle contro il mal di gola, infatti una delle proprietà più importanti di questo cereale è proprio quella di alleviare le infiammazioni del cavo orale. L'orzo svolge una discreta azione mineralizzante: il fosforo, stimola le capacità intellettive, agendo in sinergia con potassio, magnesio, ferro e calcio, mentre il silicio esercita, anche in modo blando, un’attività sedativa. Infine il decotto d'orzo è indicato per gli stati di convalescenza e debolezza fisica.

Coltivato fin dalla preistoria, l’orzo è sicuramente uno dei cereali più antichi impiegati dall’uomo per l’alimentazione. Conosciuto e apprezzato sia in Estremo Oriente che in Mesopotamia e poi in Grecia e a Roma, dove era alimento della dieta dei gladiatori per il suo alto valore nutritivo, l’orzo in seguito perse la sua importanza alimentare a causa dell’affermarsi del frumento, più adatto alla panificazione grazie al maggior contenuto di glutine e più digeribile. Nel Medioevo finì per divenire un alimento riservato alle classi sociali più povere. Ippocrate elogiava l'orzo per le notevoli proprietà medicamentose, leggiamo infatti nei suoi Scritti: “[…] il decotto d'orzo fu prescelto tra le vivande cereali in questi morbi acuti […]. Dissetante e di facile escrezione, non comporta astringenza né brutta agitazione, né gonfia il ventre.”

Loading...