+393891810690 - Per qualsiasi informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 69 euro di spesa.
Swipe to the left

Il mercato del riso in Italia nel post-pandemia

Il mercato del riso in Italia nel post-pandemia
Di Oltresole 25 luglio 2022 107 Visualizzazioni Nessun commento

Il mercato del riso in Italia negli ultimi anni ha visto una buona crescita delle vendite. Questo aumento è dovuto in gran parte alle conseguenze della pandemia che sconvolto tutto il mondo e che ha modificato anche i consumi degli Italiani.

Qualche numero

Diamo, allora, qualche numero a proposito di questa crescita. Già il lockdown del 2020 ha portato a un aumento pari a 74mila tonnellate di riso. L’avvento del Covid-19 e la quarantena hanno spinto le vendite di riso che hanno subito una crescita del 10%. Questo cambiamento nei consumi degli italiani è dovuto a vari motivi. Innanzitutto alla necessità di avere in casa prodotti a lunga conservazione, ma anche alla riscoperta di piatti tipici e ricette classiche come i risotti. Oltre a una maggiore attenzione alla salute, alla dieta e alla qualità dei cibi consumati.

La rivalsa del riso italiano

C’è stata dunque una rivalsa del riso italiano su quello importato dall’Asia. Gli italiani hanno riscoperto la qualità del riso nostrano e delle sue varietà. In particolare il Carnaroli e l’Arborio. Il primo è considerato uno dei migliori risi italiani, data l’ottima tenuta di cottura e la bassa collosità. È, infatti, una delle varietà più utilizzate per la sua capacità di restare sempre al dente. Il secondo è sempre uno dei più celebri risi in Italia. Ha chicchi grossi ed è caratterizzato da una media collosità che rende i risotti dolcemente mantecati.

Postato in: Info business
Iscriviti subito alla nostra newsletter per ricevere uno sconto del 20% sul tuo primo acquisto!