+393891810690 - Per qualunque informazione, contattaci su Whatsapp
Spedizione a domicilio gratuita con solo 49 euro di spesa.
Swipe to the left

Cereali e orzo, scopriamone insieme le proprietà

Cereali e orzo, scopriamone insieme le proprietà
Di Oltresole 25 febbraio 2019 572 Visualizzazioni Nessun commento

Cereali e orzo, scopriamo le proprietà di questi alimenti

Da millenni i cereali sono la base dell’alimentazione di tutta l’umanità e ogni continente ha i suoi cereali di riferimento: molto diffusi sono il frumento e l’orzo nell’Europa Mediterranea, l’avena e la segale nell’Europa Orientale e Settentrionale, il riso nei Paesi dell’Estremo Oriente, il mais in America e il miglio e il sorgo in Africa.

Oggi l’utilizzo dei cereali in chicchi nella cucina di ogni giorno si è piuttosto ridotto a causa dei ritmi di vita frenetici dei Paesi industrializzati e i prodotti già trasformati come pasta e pane dominano sulle nostre tavole, essendo più veloci da cucinare.

Nonostante questo però i cereali continuano ad essere un alimento di fondamentale importanza, in quanto contengono tutti i nutrienti di cui la persona ha bisogno comprese vitamine e minerali. Proprio queste sostanze permangono in quantità maggiore nei cereali in chicchi, che non hanno ancora subito alcun processo di trasformazione.


>>> OLTRESOLE CONSIGLIA: Sul nostro shop puoi acquistare comodamente orzo perlato biologico, farro perlato, ceci e lenticchie bio per preparare zuppe saporite o da consumare semplicemente conditi per un pasto salutare e ricco di energia.


L’orzo e la sua importanza nell’Europa Mediterranea

Fin dalla preistoria il cereale più diffuso nell’Europa Mediterranea è stato l’orzo, che ha poi conservato la sua importanza anche tra le grandi civiltà dell’antichità: Egizi, Romani e Greci lo apprezzavano per le ottime qualità nutrizionali.

Oggi le persone più attente a seguire un’alimentazione sana e completa preferiscono acquistare orzo, in quanto l’orzo rispetto a cereali come mais e riso contiene una quota di carboidrati inferiore e una quota proteica maggiore a cui si aggiunge un alto contenuto di fibre solubili.

In particolare le fibre presenti nell’orzo o betaglucani aiutano non solo chi soffre di intestino pigro e stitichezza, ma agiscono positivamente anche nel controllo del colesterolo e sull’assorbimento del glucosio. Proprio per questo l’orzo, e in particolare l'orzo biologico, rientra tra i cereali a basso indice glicemico, consigliati alle persone diabetiche.

Nell’orzo biologico è azzerato l’utilizzo di concimi di sintesi chimica, fitofarmaci e diserbanti, con grande vantaggio per l’ambiente e, di conseguenza, per il nostro organismo.

In cucina si presta a svariate preparazioni dalle saporite zuppe invernali con i legumi, agli orzotti (valida alternativa ai classici risotti) a base di orzo perlato, alle insalate estive con verdure fresche, ai biscotti realizzati con la sua farina.

Ben si adatta anche a chi deve dimagrire e sta seguendo una dieta ipocalorica dato che l’orzo aumenta di volume con la cottura e porta in breve alla sensazione di sazietà, riducendo al contempo l’introito calorico.

>>> OLTRESOLE CONSIGLIA: la zuppa arcobaleno BIO con orzo perlato da consumare in ogni stagione calda o fredda!

Orzo perlato, piselli verdi, fagioli borlotti, azuki rossi e veri, farro, lenticchie verdi e rosse: tutti i colori del gusto e del benessere. L‘ orzo perlato ha proprietà rimineralizzanti e depurative, contiene sostanze fondamentali come fosforo, potassio, magnesio, ferro, zinco, silicio e calcio oltre a vitamine del gruppo B e vitamina E.




Dott.ssa Giada Martinelli , nutrizionista

Postato in: Cibo e Salute
Iscriviti subito alla nostra newsletter per ricevere uno sconto del 20% sul tuo primo acquisto!